2 commenti
corpo, dettagli, opere d'arte, roma

Mi sentivo impigliato, soffocato dalle emozioni. Dovevo partire e subito. Abbracciai teneramente quella ragazzina con la quale ero cresciuto. Le dissi che era tempo di migrare verso altre sponde, ma che non l’avrei mai dimenticata. Il mio viaggio durò 40 anni e alla fine di esso conobbi me stesso e divenni libero. Becoming Milo.

2 thoughts on “”

  1. Gianluca ha detto:

    In fondo è il percorso che facciamo tutti, ci perdiamo per poi ritrovarci e più o meno intorno ai 40 ritroviamo noi stessi. La diversità forse è negli occhi di chi ci guarda oppure semplicemente siamo tutti diversi e unici e menomale. L’importante è ritrovarsi e no, non è scontato per niente

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...