All posts filed under: finestre

Classe 1990. Venezia. È una Mattina gelida, introversa, di quelle dove il sonno ancora è posato su ogni cosa. Io potrei dormire invece, sono già fuori casa. Mi godo questa ultima ora di silenzio prima che la città si riempia di anime chiassose.

1 commento

La Vagabonda questo è il mio nome. Nacqui in quell’angolo di mondo in cui se non hai la valigia non sei nessuno. Sono perennemente in viaggio, ma la meta finale ancora non l’ho trovata. Vivo pensando che tutte le strade portino a casa, quale casa?

1 commento

Ad ogni partenza, corrisponde un punto di arrivo. Questo è il mio punto di arrivo, un luogo resiliente dal quale non puoi andare via senza aver dato o ricevuto qualcosa.

2 commenti

Ci ritrovammo così, a distanza di tempo, coi nostri drammi e le nostre avventure. Eravamo più vicini ai trenta che ai venti e nonostante tutto ci sentivamo ancora due ragazzini, pronti a ridere per qualunque cosa.

1 commento

Ma forse sotto sotto tu resti sempre tu, sensibile alle stesse cose, stupida per le stesse cose.  Nonostante la vita ti abbia spezzato più volte….

1 commento

Il mio cuore in questo periodo è debole ed ogni emozione esplode dentro di me come un fuoco d’artificio, facendo un gran botto.

Lascia un commento

Allegro moderato, così sono solita descrivere le cose belle che mi capitano, perché ho sempre paura che durino troppo poco per essere vissute appieno.

1 commento

Ad ogni tentativo di incatenarmi corrisponde un piano di fuga forsennato. La libertà che da sempre mi appartiene non me la potrà togliere nessuno mai, perché è la mia ricchezza.

1 commento